VACCA-GOL POI L’ARBITRO SALVA IL NOLA

Una clamorosa svista del signor Gennaro Decimo di Napoli rovina il pomeriggio al Sorrento alle prese con la gara di andata degli ottavi di finale della Coppa Campania contro il Nola. Match casalingo che il tecnico rossonero Antonio Guarracino decide di affrontare con una formazione giovanissima, facendo rifiatare qualche calciatore più esperto utilizzato con maggiore frequente in questi primi due mesi di stagione. Sono ben sei infatti i ragazzi in età Juniores schierati nell’undici titolare: determinati, sfrontati, validi sia atleticamente che tecnicamente ed infatti bastano pochi minuti per sbloccare il risultato. Il gol arriva al 13′ proprio con il giovane attaccante Ciro Vacca, classe 1998, che bagna l’esordio da titolare in maglia rossonera nel migliore dei modi. Giusta ricompensa per il calciatore sorrentino, come il difensore Esposito ed il centrocampista Gargiulo, già protagonista con la formazione Juniores: a punteggio pieno dopo 4 giornate realizzando una valanga di reti (35).
Col passare di minuti il Sorrento non si limita a difendere la rete di vantaggio ed aumenta la pressione nell’area di rigore degli ospiti. Straordinario l’intervento del portiere del Nola Avino sulla conclusione di Vitale (classe 2001) destinata nell’angolino basso, su assist di Vacca. Quest’ultimo si divora il raddoppio subito dopo non riuscendo a trovare la coordinazione giusta per deviare in rete seppur posizionato a meno di un metro dalla line di porta. La reazione degli ospiti stenta ad arrivare e Munao resta inoperoso per l’intera durata della gara. Il gol del pareggio del Nola arriva infatti su un piatto d’argento servito dal direttore di gara. Il presidente della LND Cosimo Scibilia lo aveva affermato pochi giorni fa: “Un arbitro può sbagliare…” ed infatti un errore di un giovane arbitro nega la vittoria al Sorrento contro il Nola. Il rigore concesso ai bianconeri è un assurdo e la sequenza di immagini lo documentano: il difensore Esposito colpisce la palla di faccia, in maniera goffa e scoordinata, rimbalza a terra e colpisce di nuovo la faccia mentre il braccio è addirittura dietro la schiena. Il fallo di mano è pura fantasia del signor Gennaro Decimo di Napoli, senza neanche consultarsi con l’assistente posizionato meglio. Un’autentica beffa per il Sorrento che nel finale prova a con insistenza il sorpasso ma deve fare i conti ancora con la terna arbitrale e con la sfortuna. Il giovane Vitale entra in area, supera l’avversari e viene spintonato da dietro da un difensore bianconero, per il signor Decimo è simulazione ed ammonizione per il rossonero. All’87’ Cifani colpisce la base del palo di testa su cross perfetto del subentrato Ruocco dalla fascia destra. Lo stesso Ruocco proprio allo scadere trova la via del gol su assist di Vitale ma per l’assistente arbitrale la posizione di partenza del rossonero è irregolare e Decimo non convalida la rete. Una decisione molto dubbia ma purtroppo insindacabile che fissa il risultato sull’1-1.

SORRENTO – NOLA 1-1
Reti: 13′ Vacca (S), 69′ Zaccaro (N) su rig.
SORRENTO: Munao, Mozzillo (dal 52′ Di Ruocco), Raimondi, Gargiulo Ale. (dall’81’ Ruocco), Calabrese, Guarro, Vitale, Pepe, Vacca (dal 52′ Fiorentino), Schettino (dal 75′ Cifani), Esposito (dal 75′ Masi).
A disposizione: Leone, Guastella.
Allenatore: Guarracino.
NOLA: Avino, Schioppa, Lenci, Castiglione, Colonna (dall’87’ Cosentino), Alfieri, Magaddino (dal 46′ Zaccaro), Falivene, Tagliamonte (dal 73′ Ferraro), Falanga, Sacco.
A disposizione: Vacchiano, Marotta, Cafarelli, Molisso.
Allenatore: Liquidato.
Arbitro: Decimo Gennaro di Napoli.
Assistenti: Pregevole Gennaro di Torre Annunziata e Columbro Alfredo di Ercolano.
Ammoniti: Fiorentino (S), Vitale (S).
Recupero: 0′ pt, 5′ st.