Festa sugli spalti. Festival del gol, pardon del rigore, in campo. Tra Sorrento e Positano, si aggiudicano il derby delle due Costiere i padroni di casa, al termine di un incrontro ricco di emozioni e caratterizzato da un bellissimo gemellaggio tra le due tifoserie.
Reduce dal primo ko in campionato e dal ritorno in panchina di mister Turi, il FC Sorrento parte subito fortissimo mettendo alle corte la formazione giallorossa fin dalle primissime battute. L’intera prima frazione di gioco, infatti, è un monologo rossonero che trovano il vantaggio al 35′ con capitan Scarpa, lesto a ribadire in rete con una bella sforbiciata la sfera respinta dalla traversa sul colpo di testa di Del Sorbo. Prima dell’intervallo arriva anche il raddoppio con Temponi che di destro finalizza una perfetta incursione centrale. Due gol di vantaggio, partita in archivio? Tutt’altro. Il Positano di mister Guarracino non si perde d’animo e nelle uniche due incursioni in area avversaria riesce a trovare la strada per raddrizzare il risultato con due calci di rigore. Il primo realizzato da Porzio, per fallo di mano in area di Maury, mentre il secondo porta la firma di Cifani dopo il fallo commesso in area ai danni del neoentrato Fiorentino. Il FC Sorrento prova a reagire con veemenza ma al 77′ si ritrova in inferiorità numerica per l’espulsione di De Gregorio per fallo a centrocampo sull’ex Di Leva, giudicato eccessivamente violente dal direttore di gara. Arbitro che al 82′ decreta il terzo rigore della gara, stavolta a favore dei rossoneri, per il fallo commesso da Esposito su Alfonso Gargiulo. Dal dischetto Scarpa non sbaglia e regala tre punti d’oro ai sorrentini, attesi nel prossimo turno dallo scontro diretto in casa della capolista Città di Nocera.