Il Sorrento esce a testa alta dal derby contro la capolista San Vito Positano, che sta mantenendo un passo insostenibile per tutte le altre squadre del girone. Al “De Sica” la squadra di Guarracino fa 8 su 8 mantenendo l’imbattibilità stagionale, ma deve sudare le fatidiche 7 camicie per portare a casa l’intera posta in palio. Tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo i rossoneri si fanno preferire mettendo i brividi a Pinto e colpendo un palo con Guida a portiere battuto. Il raddoppio taglia però definitivamente le gambe al Sorrento, che non riesce più a trovare il guizzo per riaprire la gara.

Dopo 60 secondi è il Sorrento a creare il primo pericolo, con una punizione di Gargiulo dai 25 metri che il portiere positanese blocca senza patemi. Al 3’ azione personale di Guida, che converge dalla destra verso il centro per poi far partire una conclusione a giro che trova i guantoni sicuri di Pinto. Il Positano replica immediatamente con un sgroppata di Vacca per Balestrieri, tiro a botta sicura sul quale Leone salva il risultato con l’aiuto del palo. Al 7’ l’estremo difensore rossonero salva tutto su un diagonale di Vacca, mentre poco dopo si oppone con i pugni ad una sassata dal limite firmata nuovamente Vacca. Al 19’ il Positano passa a condurre. Vacca va via secco sulla corsia sinistra, cross per l’inzuccata perentoria di Vanacore che trova ancora Leone, ma Ruocco è il più lesto di tutti ad avventarsi sulla corta respinta per il tap-in vincente. Guida è molto attivo, lotta e si guadagna un calcio piazzato dai 25 metri che Suarato calcia debolmente tra le braccia di Pinto. Alla mezz’ora una respinta difettosa della difesa sorrentina libera Vancore, che incrocia trovando soltanto il palo a strozzargli in gola l’urlo liberatorio. Al 40’ la fortuna non aiuta la squadra di Raiola: calcio piazzato di Gargiulo, che complice una deviazione libera Guida a tu per tu con Pinto ma il tiro dell’attaccante sorrentino si infrange sul palo. Guida è incontenibile, e nel finale prova a pescare il jolly dalla lunghissima distanza senza esito. Al 44’ Pinto deve distendersi alla propria sinistra per allontanare un bolide del solito Guida.

In avvio di ripresa Leone deve subito superarsi per respingere su Balestrieri da pochi metri. Al 53’ Esposito ruba palla a centrocampo, gran servizio per il taglio di Maiorano e destro a giro che testa i riflessi di Pinto. Al 64’ Falanga lancia Vacca in velocità, fermato da Raimondi con una chiusura impeccabile. La gara non conosce soste. Al 66’ l’estremo difensore giallorosso deve uscire con i tempi giusti in anticipo su Romano servito da Gargiulo, mentre 180 secondi più tardi perfetta diagonale difensiva di Esposito che mantiene il Sorrento in partita chiudendo su Ruocco lanciato a rete. Al 72’ il Positano raddoppia mettendo il punto esclamativo sul match: palla recuperata all’altezza della trequarti, Balestrieri per Vancore che fredda Leone da distanza ravvicinata. All’84’ Verdoliva calcia alto sopra la traversa da buona posizione, mentre nel finale l’estremo difensore rossonero sale di nuovo agli onori della cronaca per uno splendido intervento che nega a Vacca la gioia del gol.

SAN VITO POSITANO – SORRENTO 2-0

Reti: 19’ pt Ruocco, 27’ st Vanacore

SAN VITO POSITANO (4-3-3) Pinto; Malafronte, Mozzillo, Donnarumma, Grieco (39’ st Cafiero R.); Ruocco (23’ st Cascone), Cafiero L., Vanacore; Falanga (45’+1 st Barba), Vacca, Balestrieri (35’ st Latino, 45’+2 st Stornaiuolo).
A disp: Gargiulo V.
All: Guarracino

SORRENTO (4-3-3) Leone; Attardi (32’ st Verdoliva), Raimondi, Sabatino (30’ st Veropalumbo), Esposito; Suarato (42’ st Caracciolo), Madonna (1’ st Di Capua), Gargiulo A., Romano (27’ st Cinque), Guida, Maiorano.
A disp: De Caro.
All: Raiola

Arbitro: Adolfo Siano di Nocera Inferiore.

Note: Ammoniti: Malafronte (S), Ruocco (S), Cafiero L. (S), Falanga (P). Corner: 5-6. Recupero: 0’ pt, 5’ st.