Finisce in parità il derby tra Massa Lubrense e Sorrento, con i rossoneri che passano subito in vantaggio sugli sviluppi di palla inattiva, incassando allo stesso modo la rete che riporta in equilibrio la gara. Nella ripresa il Sorrento ha una grossa chance di operare il sorpasso grazie ad un calcio di rigore concesso per fallo su Cinque: dal dischetto si presenta Gargiulo, portiere fuori causa ma sfera che si infrange sul palo.

Subito in discesa il match per la truppa di Antonio Raiola, che sblocca la contesa dopo appena 270 secondi: corner dalla sinistra battuto verso Madonna che si smarca all’altezza del limite dell’area, destro potente che si insacca alle spalle di De Martino con la complicità di una deviazione. I padroni di casa replicano con una conclusione di Cacace A. che si perde alta sopra la traversa, per poi sfiorare nuovamente il pari con un’inzuccata di Alfano che sibila il palo alla sinistra di Leone. Poco dopo Romano cerca il jolly con un bolide dai 30 metri che non inquadra la porta. Le emozioni si susseguono, Leone deve superarsi  per rimediare ad un retropassaggio corto che spiana la strada a Gargiulo L. verso la porta: perfetta lettura in anticipo e sfera spazzata via in fallo laterale. Casadei è molto attivo, vince un duello tutto fisico con Valestra facendo poi partire un diagonale sul palo corto che De Martino salva di piede. Lo stesso attaccante rossonero non riesce ad inquadrare la porta da posizione defilata. Al 40’ il Massa Lubrense perviene al pareggio. Corner dalla destra, colpo di testa a centro area e palla sul palo: la sfera danza sulla linea di porta con Alfano più lesto di tutti per il tap-in vincente.

In avvio di ripresa esce Casadei per infortunio, rimpiazzato da Cinque. L’attaccante rossonero è subito protagonista involandosi in contropiede: resiste al ritorno di Valestra ma viene steso da De Martino conquistandosi la massima punizione. Dal dischetto va Gargiulo, che calcia alla sinistra dell’estremo difensore nerazzurro con la sfera che si stampa incredibilmente sul palo. Lo stesso Gargiulo prova a riscattarsi inzuccando con perfetta scelta di tempo su palla inattiva, ma il pallone esce di un soffio oltre la trasversale. Pochi giri di lancette più tardi ed il Sorrento potrebbe riportarsi avanti grazie ad una bella azione manovrata. Palla filtrante per il mancino di prima intenzione firmato Guida, miracolo del portiere che allunga il piedone con Romano che manca l’impatto per la deviazione nella porta ormai sguarnita. Gargiulo L. viene fermato in off-side, De Martino è ancora determinante su Cinque, mentre Leone prima e Raimondi poi salvano su Marzuillo da pochi metri. Su calcio piazzato ci prova Esposito, mentre l’arbitro annulla per fuorigioco la rete di Izzo, imbeccato da De Gregorio per la zampata vincente da zero metri.

Archiviato il risultato insindacabile del campo, ci ritroviamo purtroppo a commentare l’umiliazione dei valori basilari dello sport: lealtà, rispetto delle regole e rispetto degli avversari. Quando si contravviene a questi principi fondamentali non ha senso partecipare a qualsiasi campionato, soprattutto se si tratta di settore giovanile. In questo modo non si trasmettono ai giovani calciatori i veri valori dello sport e della vita, ma si creano esclusivamente danni alla loro crescita calcistica e morale. Che esempio si dà a tanti piccoli atleti che intraprendono l’attività sportiva, nel momento in cui si consente ad un allenatore ed a vari calciatori di scendere in campo pur squalificati? Il dispiacere è doppio poiché parliamo di una società della nostra Penisola e soltanto per rispetto verso i giovani calciatori, sicuramente incolpevoli, non verrà inoltrato alcun reclamo.

 

Gli highlights della gara: Riprese e montaggio a cura di Tonino Ruocco

MASSA LUBRENSE – SORRENTO 1-1

Reti: 3’ pt Madonna (S), 40’ pt Alfano (M)

MASSA LUBRENSE: De Martino, Valestra, De Gregorio, Abagnale, Alfano, Marzuillo, Cappiello, Cacace A., Gargiulo L., Russo, Gargiulo F. (Cacace G.)
All: Gianmarco Gargiulo

SORRENTO: Leone, Attardi (Veropalumbo), Esposito, Di Capua, Reich, Raimondi, Romano (Izzo), Madonna (Verdoliva), Guida, Gargiulo (De Gregorio), Casadei (Cinque).
A disp: Angellotto, Caracciolo.
All: Antonio Raiola

Arbitro: Gaetano Viviano di Nocera Inferiore.

Note: Gargiulo (S) fallisce un calcio di rigore al 7’ st. Ammoniti: Marzuillo (M).