Torna alla vittoria il Sorrento di Antonio Raiola, che dimentica immediatamente il ko patito sul campo del Savoia e sommerge di reti il fanalino di coda Santa Maria la Carità. Sugli scudi Verdoliva, Cinque e Caracciolo (autori di una tripletta). Romano e Suarato entrano per ben 2 volte nel tabellino, mentre la rete finale porta la firma di Reich, al primo sigillo in maglia rossonera.

In avvio splendido aggancio di Casadei, che addomestica alla perfezione un lungo lancio dalla corsia destra: tentativo di tocco sotto sull’uscita del portiere che non si fa sorprendere. Esposito L. sfiora l’incrocio, mentre Romano manca di un soffio la deviazione vincente su punizione di Gargiulo dal vertice sinistro dell’area di rigore. Al 9’ il Sorrento sblocca il risultato con Verdoliva, che infila Esposito V. con un preciso diagonale. Dopo un tentativo di Varriale sugli sviluppi di un corner, il Sorrento sfiora il raddoppio con un’inzuccata di Reich che termina di pochissimo oltre la traversa. Al 17’ De Gregorio lancia Verdoliva in campo aperto, sassata di rara potenza che non trova la giusta misura perdendosi sul fondo. Di Capua impegna Esposito V. dalla distanza, prima della splendida azione che porta alla rete del raddoppio rossonero. Gargiulo va via come un fulmine lungo la corsia mancina, cross teso dove Romano irrompe alle spalle della difesa per il tap-in vincente sul palo lungo. Gli ospiti hanno una reazione d’orgoglio con Varriale che sfiora l’incrocio ed una provvidenziale uscita bassa di Angellotto sui piedi di Corrado con la sfera che termina in corner. Alla mezz’ora Verdoliva pecca di potenza da distanza ravvicinata, con Esposito V. che poco dopo deve distendersi alla propria destra per bloccare in due tempi un rasoterra di Gargiulo dal limite dell’area. Il Sorrento preme sull’acceleratore ed al 32’ cala il tris: Esposito libera al tiro Cinque, che scarica un tracciante che finisce la propria corsa alle spalle di un impietrito Esposito V. 2 giri di lancette più tardi Verdoliva prende l’ascensore e svetta su cross di Casadei gonfiando nuovamente la rete. Al 37’ sassata di Verdoliva sul primo palo, con il portiere del Santa Maria la Carità a rifugiarsi in corner. Dopo una perfetta chiusura di Veropalumbo a stoppare una pericolosa ripartenza di Varriale, i rossoneri chiudono la prima frazione di gioco grazie all’hat-trick di Verdoliva. L’attaccante costiero si muove con i tempi giusti per raccogliere un preciso assist dalla retrovie di De Gregorio: bruciato in velocità Martone, anticipa Esposito V. insaccando nella porta sguarnita.

Valzer di cambi in avvio di ripresa con De Caro, Izzo, Raimondi, Suarato e Caracciolo che sostituiscono Angellotto, Di Capua, Casadei, Gargiulo e Verdoliva. Cinque impegna subito il portiere ospite alla parata in due tempi, ed al 47’ il Sorrento va ancora a segno con un gran diagonale di Suarato dai 20 metri che si insacca nell’angolino basso alla sinistra di Esposito V. Passano 5 minuti ed una splendida azione sull’asse Raimondi-Caracciolo-Izzo termina con una conclusione del centrocampista bloccata in due tempi. Poco dopo Izzo chiude una triangolazione con Cinque, ma viene murato in corner al momento della battuta a colpo sicuro. De Gregorio svetta più in alto di tutti su angolo di Izzo, ma la sfera si perde larga. Quindi Romano va via secco a Langellotti che lo stende all’interno dell’area di rigore: massima punizione che Raimondi non riesce a trasformare calciando al lato. Il Sorrento si fa sempre più incisivo, ed al 58’ giunge il settimo sigillo: Romano guarda con intelligenza la linea difensiva del Santa Maria la Carità e scatta sul filo del fuorigioco beffando implacabilmente Esposito V. A questo punto la squadra di Manna si scioglie come neve al sole ed in pochi minuti il Sorrento dilaga. Suarato fredda il portiere con un siluro dai 25 metri, quindi Cinque prima insacca con una bordata sul primo palo, poi si esalta con un destro a giro che finisce nel sette alla sinistra di Esposito V. Al 68’ inizia lo show del 2001 Caracciolo, che da rapace d’area di rigore brucia la retroguardia ospite ed insacca sotto la traversa da pochi passi. Al 75’ De Gregorio mette a sedere Lombardi in seguito ad una serie di finte ubriacanti, palla al centro dove Caracciolo si fa trovare pronto per la deviazione vincente. Azione personale di Veropalumbo, progressione di 30 metri e tiro sul portiere in uscita: Caracciolo prova a beffare il pipelet ancora fuori dai pali con un pallonetto troppo debole che non sortisce alcun effetto. All’81’ Reich lancia Raimondi alle spalle della difesa, va via di potenza a Lombardi e calcia trovando il piedone di Esposito V.: l’azione prosegue, Raimondi mette a sedere il portiere e serve l’accorrente Caracciolo che di opportunismo trova nuovamente la via del gol. Allo scadere  Reich arrotonda il risultato svettando su corner di Romano e battendo per l’ennesima porta il portiere del Santa Maria la Carità.

SORRENTO – SANTA MARIA LA CARITÀ 14-0

RETI: 9’ pt Verdoliva, 25’ pt Romano, 32’ pt Cinque, 34’ pt Verdoliva, 38’ pt Verdoliva, 2’ st Suarato, 13’ st Romano, 16’ st Suarato, 18’ st Cinque, 19’ st Cinque, 23’ st Caracciolo, 30’ st Caracciolo, 36’ st Caracciolo, 45’ st Reich.

SORRENTO: Angellotto (1’ st De Caro), De Gregorio, Esposito L., Di Capua (1’ st Izzo), Reich, Veropalumbo, Casadei (1’ st Raimondi), Romano, Verdoliva (4’ st Caracciolo), Gargiulo (1’ st Suarato), Cinque.
A disp: Guida, Attardi.
All: Raiola

SANTA MARIA LA CARITÀ: Esposito V., Lombardi, Vicinanza, Martone, Ruocco (19’ pt Buonocore), Imperato, Cesino, Langellotti, Esposito A., Varriale, Corrado.
All: Manna

Arbitro: Angelo Petrosino di Nocera Inferiore

Note:  Corner: 7-2. Recupero: 0’ pt, 0’ st.