Terminata la stagione regolare, non c’è un attimo di sosta ed il Sorrento scende subito in campo per iniziare la rincorsa verso la Serie D. Un successo ottenuto con cuore e sacrificio grazie al 15° centro in campionato di Marcucci che rimette nei binari giusti il match sfruttando alla perfezione l’11° passaggio vincente di Vitiello, sempre più leader di tale speciale classifica. Di Marcucci anche l’assist per la 7° rete di Favetta prima che Savarese scarichi tutta la propria rabbia per l’eccessiva squalifica rimediata a San Tommaso salendo in doppia cifra. Domenica prossima il Sorrento affronterà per la finale play-off regionale l’Audax Cervinara, impostasi a sorpresa sul campo della Battipagliese.

Vitiello prova subito a mettere le cose in chiaro, mettendo i brividi a Senatore con una conclusione dal limite dell’area che sorvola la traversa. Poco dopo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, cross di Cioffi per l’inserimento di Terracciano sul secondo palo che inzucca di un soffio largo. Al 14’ Savarese brucia la corsia destra, ed approfitta del movimento di Cioffi per rientrare sul fido mancino pennellando uno spiovente per Favetta che arriva leggermente in ritardo sul palo lungo. Al 16’ il Faiano passa a sorpresa con una letale ripartenza firmata dall’uomo più temuto alla vigilia: Mohamed Mansour. L’effervescente attaccante biancoverde macina kilometri palla al piede, si libera della marcatura con una veronica all’interno dell’area piccola per poi freddare Pezzella da pochi passi. Al 23’ Savarese si guadagna un prezioso calcio piazzato spostato sulla destra: la parabola partita dal sinistro educato di Terracciano attraversa tutta l’area prima di terminare la propria corsa tra le mani sicure di Senatore. Gli ospiti si fanno vedere con una conclusione dalla distanza di Erra, ben imbeccato da Anastasio, che si perde larga senza creare grossi grattacapi a Pezzella.

In avvio di ripresa grossa chance per Vitale che, lanciato da Favetta a tu per tu con Senatore, spara tra le braccia del portiere in uscita. Arpino salva il risultato intervenendo miracolosamente in estirada a chiudere il filtrante di Pisacane verso Mansour. Il Sorrento non molla, Marcucci incorna su cross di Cioffi: preciso ma non eccessivamente potente e Senatore si appropria della sfera. Al 75’ giunge il momento della svolta. Marcucci scambia con Favetta per poi allargare sulla sinistra per Scarpa, steso da Ruggiero in tackle. L’arbitro non ha la minima esitazione ed estrae il rosso diretto. Ma i colpi di scena non finiscono, si scatena una parapiglia e ne fa le spese Paradisone che guadagna anzitempo gli spogliatoi con la parità numerica che si ristabilisce immediatamente. Dalla punizione che ne consegue nasce la rete che riporta il Sorrento dentro la partita: il piede fatato di Vitiello trova lo stacco di Marcucci che sale in cielo per incornare con autorità mettendo a referto il 15° centro in campionato. Favetta riceve da posizione defilata, si porta il pallone sul destro e calcia trovando la respinta con i pugni di Senatore. All’87’ ingenuità clamorosa di Martinangelo: fallo di reazione a seguito di qualche scaramuccia con Cioffi e strada sempre più in salita per un Faiano che resta in 9. In pieno recupero succede di tutto: prima Favetta sfiora il bersaglio grosso girando sul fondo un assist invitante di Savarese, poi Pezzella salva il risultato opponendosi a  Pellegrino lanciato a rete sul filo del fuorigioco.

Si va inevitabilmente ai tempi supplementari, con la squadra di Maurizio Coppola che può gestire agevolmente il risultato in superiorità numerica. Ammendola lancia Marcucci in campo aperto, Imperiale lo abbatte con l’arbitro che estrae nuovamente il cartellino rosso lasciando i biancoverdi in 8 uomini. Scarpa sfiora la traversa su calcio di punizione, prima della rete del 2-1 che fa pendere definitivamente il play-off verso la città del Tasso. Scarpa lancia Marcucci sul filo del fuorigioco, cross teso per Favetta: controllo da applausi e gran botta sul primo palo che Senatore può solo guardare. Il Sorrento si riversa in attacco per mettere il punto esclamativo sulla gara: scambio in velocità Favetta-Scarpa-Marcucci con conclusione imprecisa da posizione favorevole. Quindi Savarese dà il colpo di grazia alla squadra del mister Turco, agganciando il filtrante di Favetta per poi scaricare un siluro che si insacca a velocità supersonica alle spalle di Senatore.

SORRENTO – FAIANO 3-1 d.t.s.

Reti: 16’ pt Mansour (F), 31’ st Marcucci (S), 13’ pts Favetta (S), 5’sts Savarese (S)

SORRENTO (4-4-2) Pezzella; Cioffi, Arpino, Terracciano (21’ st Marcucci), Ammendola; Savarese, Vitiello, Fontanarosa, Esposito Lauri (21’ st Paradisone); Favetta, Vitale (8’ st Scarpa).
A disp: Santaniello, Bolzan, Banco, Serrapica.
All: Coppola

FAIANO (4-3-3) Senatore; Ruggiero, Di Giacomo, Di Donna (1’ st Imperiale), Magazzeno; Erra (35’ st Martinangelo), Grieco, Anastasio; La Femina (17’ st Pisacane), Pellegrino, Mansour.
A disp: Ginolfi, Volpe, Chiangone, D’Orsi.
All: Turco

Arbitro: Andrea Beretta di Monza (Ruocco/Castiglione)

Note: Espulsi: Ruggiero (F) al 30’ st per gioco violento, Paradisone (S) al 30’ st per gioco violento, Martinangelo (F) al 42’ st per fallo di reazione, Imperiale (F) all’8’ pts per fallo da ultimo uomo. Allontanato il mister Turco (F) al 30’ pt per proteste. Ammoniti: Grieco (F), Vitale (S), Senatore (F), Magazzeno (F), Scarpa (S), Fontanarosa (S). Corner: 5-1. Recupero: 3’ pt, 6’ st, 1’pts, 1’sts.