Non può che essere soddifatto il neo tecnico rossonero Giovanni Ferraro che bagna il suo esordio in panchina con una goleada ai danni della cenerentola del girone: “Sapevamo alla vigilia che ci attendeva probabilmente l’avversario più agevole del girone ma c’è da ammettere che non è stato semplicissimo – commenta l’allenatore vicano a fine gara -. Molto agonismo e nel primo tempo abbiamo trovato eccessive difficoltà a trovare lo specchio della porta. Nella ripresa è emerso il gap sia tecnico che atletico ed abbiamo dilagato. Merito anche del buon lavoro svolto dal mio predecessore”. Un successo che viene impreziosito dalla notizia proveneniente da Eboli dove la principale antagonista, il Città di Nocera, è stata fermta nella rincorsa: “Inutile negare che fa piacere ma il Football Club Sorrento deve pensare soltanto al suo cammino. Alla fine tireremo le somme”. L’ultimo pensiero è riservato all’inusuale ambiente in cui si è svolta la gara: “La realtà è evidente, il futuro del calcio in Penisola Sorrentina è rappresentato soltanto dal F.C. Sorrento, inutile rimanere affezionati allo stemma quando chi gestisce la società non lo onora. Ho visto tanti tifosi e un gran sostegno, certamente il loro contributo sarebbe prezioso per raggiungere insieme i traguardi prefissati: riportare il Sorrento nelle categorie che merita”.