La gara d’esordio del 2020 sorride al Sorrento che allo stadio Italia supera il fanalino di coda Agropoli, riscattando l’amaro ko rimediato nella gara di andata in Cilento. Partita ostica per i rossoneri di mister Maiuri contro un avversario giunto in Costiera con nulla da perdere ed il tutto reso ancora più arduo da un fastidioso vento che ha caratterizzato l’intero svolgimento della gara. Avvio sprint del Sorrento, bravissimo a sbloccare subito il risultato con Cacace al quarto minuto sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Herrera sulla trequarti. Gara in discesa ed i rossoneri continuano a spingere alla ricerca del raddoppio. Al 9′ ci prova Figliolia con una conclusione da ottima posizione ma troppo alta, poi è il turno di De Rosa con un mancino dal limite che non inquadra lo specchio. Al 20′ Vitale conquista il fondo e crossa al centro dove La Monica conclude al volo ma la sfera sorvola la traversa. Alla mezz’ora il fulmine a ciel sereno degli ospiti che trovano il gol del pareggio in maniera molto fortuita n ella prima conclusione a rete: punizione di Acunzo da oltre 30 metri, la sfera viene deviata da un calciatore rossonero al limite dell’area spiazzando l’incolpevole Scarano. Dopo il pari, continua il predomio dei rossoneri ch tornano ad assediare la porta di Sanchez che prima guarda spegnersi sul fondo il tiro di De Rosa dalla distanza poi al 41′ si supera con un bel colpo di reni sul sinistro violento di Vitale destinato sotto la traversa. In avvio di ripresa continua il forcing del Sorrento che va vicinissimo al gol con Figliolia al minuto 56′: l’attaccante rossonero riceve la sfera al limite dell’area, spalle alla porta, si gira in un fazzoletto e conclude nell’angolino, Sanchez si allun ga e riesce a deviare in angolo. La rete del nuoivo vantaggio rossonero è nell’area e arriva infatti al 59′: Masullo crossa teso al centro, Sanchez smanaccia ma Figliolia è lesto a deviare di testa firmando il raddoppio. Nonostante un possesso palla schiacciante, il Sorrento però trova difficoltà a sfondare ulteriormente mentre l’Agropoli prova a rendersi pericoloso soltanto con qualche calcio piazzato condizionato dal vento. Dopo quattro minuti di recupero, il Sorrento può festeggiare sotto la curva un’altra vittoria che vale il quindicesimo risultato utile consecutivo e soprattutto un altro tassello importante verso la conquista dell’obiettivo stagionale.

SORRENTO-AGROPOLI 2-1
Marcatori: 4′ Cacace (S), 30′ Acunzo (A), 59′ Figliolia.
SORRENTO: (4-3-3) Scarano; Cesarano, Cacace, Fusco, Masullo; La Monica, De Rosa, Vitale; Alvino (78′ Costantino), Figliolia (68′ Bonanno), Herrera. A disp.: Semertzidis, D’Alterio, Esposito, Pasqualino, Cvijanovic, Starita, Cassata. All.Maiuri
AGROPOLI: (4-4-2) Sanchez; Guida (64′ Ceriani), Bonfini, Sgambati, Matrone; Pagano (69′ Cozzolino), Numerato, Acunzo, Proto (46′ Solazzo); Cappiello (75′ Doto), Orefice (46′ Leonetti). A disp.: Selva, Stratoti, Ziroli, Carrafiello. All.Ferragina.
Arbitro: Vacca di Saronno.
Ammoniti: Proto (A), Leonetti (A), Ceriani (A), Fusco (S), Guida (A), Cappiello (A).
Spettatori: 800 circa.
Corner: 6-2
​Recupero: 1’pt; 4’st.