È costata cara al Sorrento una disattenzione nel finale e – come domenica sette giorni prima a Casarano – Renato Cioffi mastica amaro: “Avevamo noi il pallone, non dovevamo concedere quell’angolo e avremmo dovuto marcare meglio al di là di un fallo di mano nel controllo che mi è sembrato netto. Nei minuti di finali ci siamo lasciati sfuggire altri due punti – commenta Cioffi -, è un vero peccato. Purtroppo è mancata anche la possibilità di inserire qualche calciatore di esperienza dalla panchina, causa infortuni e la squalifica di Gargiulo”. L’analisi è ovviamente più ampia: “Abbiamo giocato una buona gara, voluto e cercato il vantaggio contro una avversaria di valore. Peccato che ci è mancata lucidità per gestire l’uno a zero e portare a casa i tre punti. Stiamo dando continuità ai nostri risultati e seppur con rammarico non possiamo che essere soddisfatti per quanto stiamo facendo in un campionato difficile nel quale si può vincere o perdere contro qualsiasi avversaria visto che regna incontrastato l’equilibrio”.