Queste le parole di Maurizio Coppola in conferenza stampa post-partita. “La partita di oggi è la dimostrazione che in questa categoria cattiveria e personalità, unite alle qualità tecniche di cui dispone questa squadra, possono dar vita a partite importanti. 3 punti conquistati al cospetto della capolista con pieno merito. L’Ebolitana ha costruito la propria leadership sulla solidità difensiva, tuttavia penso che fin dall’inizio abbiamo mantenuto il pallino del gioco, gestendo bene una gara in cui forse avremmo potuto finalizzare meglio qualche ripartenza dopo aver sbloccato il risultato. Nel corso di una stagione non si può essere sempre al top fisicamente e mentalmente. La gara di oggi aveva per ovvi motivi un sapore diverso e credo che i miei ragazzi abbiano risposto benissimo”.

Tutte le copertine sono per Errico Marcucci, 2° doppietta stagionale dopo quella al Solofra che lo conferma top-scorer costiero a quota 11 reti. Decisivo e determinante quando cresce l’importanza della gara, analizza così 3 punti fondamentali per il futuro : “Oggi abbiamo giocato con quella personalità che a tratti ci è mancata nel girone di andata. Partendo dalla catena difensiva abbiamo sempre giocato velocemente palla a terra, mettendo i nostri avversari in grande difficoltà. Sapevamo che l’Ebolitana poteva lasciare qualche buco tra centrocampo e difesa, che dovevamo essere bravi sfruttare sia con la qualità della nostra linea offensiva che con gli inserimenti delle mezzali. Abbiamo il dovere di vincere tutte le partite da qui alla fine per assicurarci il secondo posto: però sognare è lecito. Io e miei compagni vogliamo sognare perché siamo consapevoli di avere delle colpe se il nostro distacco dalla vetta è diventato così consistente. C’è entusiasmo, ed abbiamo l’obbligo di provare a sfruttare eventuali passi falsi dell’Ebolitana. La squadra di mister Nastri merita il primato perché ha fatto indubbiamente meglio di noi nel girone di andata, ma in questo momento sta stentando e noi siamo lì in agguato. Dedico questa doppietta alla mia famiglia, ed a tutto il gruppo che in alcuni frangenti ha dovuto sopportare più di qualche critica per non essere riuscito ad esprimere tutto il proprio valore. Ora siamo a 7 punti dalla vetta e vogliamo lottare fino in fondo per raggiungere traguardi importanti”.