Vittoria in rimonta per l’undici costiero dinanzi ai propri sostenitori allo stadio Italia. Dopo lo stop di Cerignola, il Sorrento ritrova l’appuntamento con i tre punti grazie ad una coriacea prestazione che consente ai rossoneri di rimanere agganciato al gruppo in vetta alla classifica. Avvio choc per i ragazzi di mister Maiuri, colpiti a freddo e costretti subito ad inseguire dopo appena due minuti: Potenza va via sulla sinistra, in dubbi posizione di fuorigioco, e crossa rasoterra al centro dove Martinez non deve far altro che appoggiare alle spalle di Scarano. Gara in salita che però non scalfisce il Sorrento, bravo a mettere alle corde l’avversario lucano giunto in penisola sorrentina alla disperata ricerca di preziosi punti salvezza. Dal terzo minuto in poi infatti è un dominio assoluto dei rossoneri che però non riescono a sfondare nel primo tempo, complici due interventi provvidenziali della difesa ospite sulle conclusioni a botta sicura di La Monica e Vitale. A complicare l’impresa, da segnalare, anche la direzione arbitrale del signor Gemelli di Messina che sorvola su due clamorosi falli da rigore in area biancazzurra e protagonista di una conduzione molto irritante per i calciatori in campo. Nella ripresa il motivo della gara non cambia e la sterzata decisiva è l’ingresso del sorrentino Gargiulo ad aumentare il potenziale offensivo. PAssa infatti soltanto un minuto dal suo ingresso sul rettangolo che il Sorrento trova il pareggio. Minuto 58, i rossoneri sfondano sulla destra sull’asse Alvino-Pasqualino, palla a Gargiulo che dal fondo pesca l’accorrente Vitale al centro dell’area, il giovane centrocampista è bravissimo a girare al volo col destro riequilibrando il risultato. La gara si svolge esclusivamente nella metà campo dei lucani ed al 67′ arriva il sorpasso ad opera di La Monica che risolve con un destro all’angolino il ripetuto tiro al bersaglio verso la porta difesa da Russo. Continua quindi il magic-moment realizzativo per la mezzala rossonera, autore di ben cinque reti nelle ultime tre giornate. Dopo aver raggiunto il vantaggio, il Sorrento continua a premere alla ricerca del gol della tranquillità ma in ben tre occasioni Gargiulo deve fare i conti con una mira da dimenticare. Stressa sorte per il compagno Bonanno subentrato nel finale. La reazione del Grumentum si limita a qualche punizione dalla lunga distanza lanciata in area dove Scarano riesce sempre a fare buona guardia. Un successo che regala di nuovo il terzo posto al Sorrento di mister Maiuri che approfitta dello scivolone del Cerignola ed accorcia anche a cinque punti il distacco dalla capolista Bitonto.

Sorrento-Grumentum Val d’Agri 2-1
Marcatori: 2′ Martinez (G), 58′ Vitale (S), 67′ La Monica (S).
Sorrento: (4-3-3) Scarano; Pasqualino (79′ D’Alterio), Cacace, Fusco, Masullo; Costantino (57′ Gargiulo), La Monica (70′ Vodopivec Cvijanovic), Vitale; Alvino, Figliolia (82′ Bonanno), Herrera. A disp.: Semertzidis, Diop, Cuomo, Guidoni, Cassata. All. Maiuri.
Grumentum Val d’Agri: (4-3-3) Russo; Mbengue, Pellegrini, Carrieri, Dubaz; Catinali, Agresta, Visani (74′ Cirelli); Falco (84′ De Stefano), Martinez (90′ De Luca), Potenza. A disp.: Franza, Buoncore, De Gol, Lobosco, Savio, Matinata. All.Finamore.
Arbitro: Gemelli di Messina.
Ammoniti: Potenza (G), Cacace (S), Masullo (S), Agresta (G), Vitale (S), Scarano (S).
Angoli: 4-4
Recupero: 4’pt; 6’st