Al termine della gara vinta per 2-0 dal Sorrento sul campo del Valdiano, il mister Mario Turi ed il centrocampista Aniello Vitiello hanno analizzato così un match importante per continuare la striscia positiva ed accorciare la distanze dalla vetta della classifica.

Il mister Turi non nasconde la propria soddisfazione per un Sorrento perfetto o quasi nella trasferta di Sassano. Eccezion fatta per alcune palle a scavalcare la difesa che hanno un po’ sorpreso la retroguardia rossonera in avvio, la squadra ha preso poi le misure, sbloccato e chiuso la gara sciorinando un bel gioco, lucido e costruito con giocate veloci e spettacolari “Abbiamo fatto fatica nei primi 15/20 minuti di gara, principalmente per atteggiamento e postura dei due under posizionati sulle corsie esterne e ci siamo fatti trovare impreparati in un paio di situazioni. Alla distanza abbiamo corretto il loro atteggiamento e sono stati più puntuali e precisi nelle diagonali difensive. Da quel momento siamo cresciuti come squadra, e penso che il risultato sia più che meritato poiché in campo si è visto un buon Sorrento che ha creato tante occasioni da gol contro un avversario che a mio parere non merita di avere 0 punti in classifica. Sassano sarà un campo ostico per tutti, perché il Valdiano è una squadra con idee e che prova a giocare a calcio. Sono perciò molto soddisfatto dei 3 punti conquistati su questo campo”

Valdiano aggressivo con difesa alta e ricerca esasperata del fuorigioco. Da un movimento perfetto di Savarese a beffare la linea difensiva rossoblù, la rete del 2-0 che di fatto chiude la gara. “La squadra di Manfredini dispone di buona intensità. Per essere così aggressivi e pressare in mezzo al campo devono avere per forza di cose una linea difensiva abbastanza alta. Lo sapevamo, abbiamo preparato bene la partita, ci può stare che in alcune occasioni si vada a cadere nella trappola del fuorigioco. Non sempre si può essere perfetti, tuttavia credo che abbiamo messo in pratica tutto quanto provato in settimana, per cui ritengo che la nostra gara sia senz’altro positiva sotto tutti i punti di vista. Oggi tutti hanno sfoderato una prestazione ben sopra la sufficienza. Vitiello in questo momento ha una buona condizione fisica e, al di là del suo ruolo da play, voglio sottolineare quanto sia importante il suo contributo anche in fase di interdizione recuperando tantissimi palloni. Come collettivo stiamo crescendo, siamo sulla strada giusta, ma non dobbiamo specchiarci troppo adagiandoci su queste 2 vittorie consecutive. Da martedì ricominceremo a pedalare ed inizieremo a preparare bene sia la partita di Coppa che quella con il Positano. Avremo infatti una settimana che proporrà un turno infrasettimanale che ci ha dato un po’ di fastidio l’ultima volta”.

Aniello Vitiello ha preso per mano la squadra, trascinandola al successo con tante giocate illuminanti che hanno permesso ai compagni di andare più volte vicino al gol. “Sapevamo di non dover vedere i punti in classifica del Valdiano, perché l’avevamo visto giocare ed eravamo ben consapevoli della loro organizzazione di gioco. Non a caso in campo si è vista una squadra dotata di valori importanti che alla lunga riuscirà a dire la propria in questa categoria. Mi sto trovando bene in questo Sorrento, ed è tutto merito dei miei compagni che hanno capito in poco tempo le mie caratteristiche. Gli assist sono poi una conseguenza del bel gioco prodotto ed è tutto merito di un gruppo fantastico”.

Con quello a Savarese raggiunge quota 3 nella speciale classifica degli assist: nessuno come lui in questa fase della stagione. “Sono felice del primato nella classifica degli assist, e spero di farne tanti altri per contribuire ai successi di questa squadra. Il campo non era in perfette condizioni, mi sono trovato davanti al portiere e con la coda dell’occhio ho visto l’inserimento di Favetta cercando di premiarne lo smarcamento. Peccato non essere riusciti a chiudere definitivamente il match sul 3-0. Ora ci godiamo questa vittoria, lunedì staccheremo un attimo la spina e da martedì inizieremo a pensare alla Coppa Italia, che è un obiettivo di importanza pari al campionato. Successivamente ci focalizzeremo sul Positano, squadra di categoria contro la quale servirà dare il massimo per conquistare l’intera posta in palio”