Cambia la competizione ma non l’avversario, ed a distanza di sole 96 ore Sorrento e Audax Cervinara si affronteranno nuovamente per il primo atto degli ottavi di finale della manifestazione tricolore. Cammino immacolato finora per la squadra guidata da Mario Turi, che dopo essersi aggiudicata agevolmente il girone 24, si è sbarazzata anche del San Giuseppe per 2-1 ed 8-0. Turno dopo turno, la competizione entra sempre più nel vivo, in un crescendo di valori tecnici che condurrà fino alla finale. Il centrocampista Giuseppe Esposito Lauri, classe 1997, è tra i giovani più interessanti emersi in maglia rossonera nei primi mesi della nuova stagione agonistica. 4 presenze in campionato e 3 in Coppa Italia, dov’è stato tra i protagonisti del doppio confronto con il San Giuseppe che è valso l’approdo agli ottavi di finale. Queste le parole del calciatore costiero in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Audax Cervinara.

VOGLIAMO ESALTARCI ANCHE IN COPPA ITALIA. “Giocheremo contro una buona squadra, e mi aspetto una partita molto simile a quella disputata sabato in campionato. Il Cervinara ha mostrato grande organizzazione lottando su ogni pallone per tutta la durata della gara, e credo che userà le stesse armi anche per la sfida di Coppa Italia. Mercoledì i caudini potranno avvalersi dell’apporto di Zerillo e Spasiano out in campionato per squalifica, tuttavia noi pensiamo soltanto a fare bene senza preoccuparci del rivale al quale siamo opposti. Vogliamo fare bene nella manifestazione tricolore e dimostrare di poter arrivare fino in fondo e toglierci grandi soddisfazioni”.

GARA FONDAMENTALE “Affrontiamo ogni squadra allo stesso modo, con la massima concentrazione e gran voglia di vincere. Il livello del Cervinara è molto più alto rispetto a quello delle squadre affrontate finora in Coppa Italia, ma siamo pronti a dare il massimo ed imporre il nostro gioco in una gara che vogliamo vincere per compiere un passo importante verso il passaggio del turno”.

CORSA, LAVORO E SACRIFICIO “Finora ho sempre cercato di esprimermi al meglio, dimostrando di essere pronto ad onorare questa maglia e dare il massimo per il Sorrento. L’innesto di Bolzan potrebbe aprire un posto in più a centrocampo per quanto riguarda la regola degli under, però la cosa più importante è lavorare sodo giorno dopo giorno e poi tutto verrà da sé. Finora è mancato soltanto il gol, anche se non ne sono ossessionato. Quello che mi interessa più di ogni altra cosa è fare bene e dare un contributo importante a questo gruppo straordinario. Grandi polmoni e corsa incessante. Queste le mie caratteristiche e potenzialità che tento di mettere al sevizio della squadra. La rete, come spesso accade, arriverà quando meno me lo aspetto”.