A 6 giornate dalla fine lo Stadio Italia sarà il teatro dello scontro tra le due corazzate del girone, Sorrento ed Ebolitana. 10 punti separano le compagini guidate rispettivamente da Maurizio Coppola e Salvatore Nastri, ma tutto può ancora succedere visto che i rossoneri devono ancora recuperare la gara di Cervinara rinviata lo scorso week-end per impraticabilità di campo. Si affrontano il miglior attacco (Sorrento, 42 reti) contro la miglior difesa (Ebolitana, soltanto 10 reti incassate) per una gara che promette spettacolo. Trasferta aperta per la tifoseria eburina, con piena soddisfazione del presidente onorario Fausto Vecchio.


L’Ebolitana arriva al big-match dello Stadio Italia dopo aver incassato il primo ko in campionato nel sentitissimo derby contro la Battipagliese. Una gara in cui la squadra di Nastri ha creato tante occasioni fallendo anche un calcio di rigore nel finale con Liccardi. Cos’è mancato per riprendere la rete iniziale di Di Biase, rivelatasi poi da 3 punti?

“Analizzando la partita, credo sia mancata soltanto un pizzico di fortuna. Abbiamo disputato forse la miglior gara stagionale davanti al nostro pubblico, le occasioni da gol sono state create soltanto dall’Ebolitana mentre la Battipagliese ha concretizzato l’unica conclusione verso la nostra porta. Il calcio è fatto di episodi, e noi non siamo riusciti ad essere sufficientemente cinici”

Gli eburini sono ancora imbattuti lontano dal Dirceu, ed hanno conquistato ben 4 vittorie nelle ultime 4 uscite esterne. Si può dire che l’Ebolitana avrà l’obiettivo di non perdere, visto che un’eventuale sconfitta riaprirebbe il campionato dal momento che un successo nel recupero di mercoledì a Cervinara potrebbe proiettare il Sorrento a -4?

“Posso dire con certezza che affronteremo il Sorrento come se fosse una finale. Daremo il massimo come sempre fatto finora, perché l’Eccellenza è un campionato imprevedibile ed equilibrato dove anche l’ultima in classifica può fermare la prima. Giocheremo per vincere, sarà una partita importante ma non decisiva perché anche in caso di sconfitta manterremo 7 punti di vantaggio. Il recupero di mercoledì a Cervinara non sarà per nulla facile, e se il Sorrento vincesse in terra caudina resterebbe comunque distante 4 lunghezze che rappresentano un margine importante. Il campionato è ancora lungo, siamo attrezzati per vincere e faremo quanto nelle nostre possibilità per centrare l’obiettivo”.

Sorrento-Ebolitana vede sfidarsi le due squadre più forti del girone. Miglior attacco (Sorrento, 42 reti) contro la miglior difesa (Ebolitana, 10 reti al passivo). Sarà il 4° confronto stagionale con un bilancio perfettamente in parità: 1 vittoria per parte in Coppa Italia (Passaggio del turno per l’Ebolitana) e un pari nella gara di andata griffato Scarpa e Liccardi. Che partita si aspetta?

“Sicuramente una bella partita, perché il calcio è principalmente spettacolo e divertimento. Non firmo per il pareggio, ma andiamo in costiera per conquistare l’intera posta in palio. Credo che Sorrento ed Ebolitana si equivalgano, ma il campionato dei rossoneri è stato caratterizzato da alti e bassi e la squadra di Maurizio Coppola è una squadra capace di qualsiasi tipo di prestazione”.

Sarà un big-match all’insegna dello spettacolo anche sugli spalti, visto che la Prefettura di Napoli ha dato il via libera alla trasferta dei sostenitori eburini nella città del Tasso.

“Si tratta di una splendida notizia, perché quando vengono vietate le trasferte si perde il componente principale del gioco del calcio. Rattrista aver visto i due derby tra Battipagliese ed Ebolitana senza le tifoserie ospiti, e per fortuna lo scontro al vertice avrà anche la cornice di pubblico delle grandi occasioni. Il sostegno del pubblico eburino spingerà la nostra squadra, ed inoltre mi sembra che i rapporti tra entrambe il tifoserie siano distesi, per cui non credo possano sorgere problemi di ordine pubblico”.