Pari indolore per il Sorrento, costretto a sbattere sul muro eretto dal Solofra, abile a sfruttare le difficoltà che le superfici sterrate continuano a creare alla corazzata rossonera. Il mister Messina parte con le linee molto strette e compatte, puntando sull’agonismo per contrastare la tecnica superiore del Sorrento. Alla prima sortita offensiva, i conciari sbloccano la gara facendo valere la propria fisicità sugli sviluppi di una palla inattiva. Con il vantaggio la compagine irpina raddoppia le energie, bloccando le fonti di gioco con costanti sovrapposizioni che rendono sterile la manovra offensiva rossonera che riesce a rendersi pericolosa soltanto in sporadiche occasioni. Nella ripresa sull’asse destro Paradisone-Vitiello giunge la pennellata per il tuffo di Vitale che griffa il pareggio. Il Sorrento prova a ribaltare la gara, salvo ritrovarsi nei minuti finali con Scarpa a mezzo servizio per una distorsione alla caviglia. L’attaccante stringe i denti per la causa, ed alla fine il contemporaneo pari della Battipagliese sul campo del Faiano lascia tutto inalterato a 90 minuti dal termine della stagione regolare.

I conciari sbloccano la contesa dopo 7 giri di lancette: corner dalla sinistra di Liguori, Rapolo ruba il tempo svettando più in alto di tutti e trovando l’angolino sul palo lungo dove Pezzella non può arrivare. Poco dopo Bolzan cerca Vitale, ma Arzeo è attento spazzando via la sfera. Al 16′ Vitiello si fa murare da Troisi una conclusione dalla lunga distanza. Al 24′ Rapolo va via sulla sinistra e allunga per Shvets, cross teso con Arpino che alza la sfera in angolo. Il Sorrento prova a replicare con una punizione dai 30 metri di Terracciano che trova i guantoni sicuri di Giliberti. Liguori sfiora il bersaglio grosso dalla distanza, mentre al 42′ i rossoneri hanno una ghiotta chance per impattare la gara. Favetta riceve da Vitiello spalle alla porta, facendosi atterrare all’altezza della lunetta che delimita l’area di rigore: Vitale si incarica della punizione che finisce sul fondo con la complicità di una deviazione della barriera. Bolzan va dalla bandierina  con Favetta che inzucca fuori misura.

Il Sorrento rientra dagli spogliatoi con piglio diverso, ed al 60′ concretizza la propria pressione con la rete del pari: Paradisone serve la sovrapposizione di Vitiello, che crossa verso il centro trovando la deviazione vincente di Vitale, abile a farsi strada tra le maglie della difesa irpina per infilare Giliberti con un preciso tocco di testa. Vitiello entra in doppia cifra negli assist, mentre Vitale timbra per la 6° volta il cartellino con ben 3 centri nelle ultime 2 gare. Al 71′ Rapolo s’invola sulla sinistra, palla dietro per l’accorrente Liguori che calcia oltre la trasversale. Scarpa è costretto a ricorrere alla cure mediche per un problema alla caviglia: i rossoneri hanno già esaurito i cambi e l’attaccante rientra seppur claudicante per dare le ultime stille di energia e sudore alla causa. Un punto che mette fine ad una striscia negativa di 3 ko esterni consecutivi, ed il contemporaneo pari a reti inviolate della Battipagliese sul campo del Faiano permette di mantenere 1 punto di vantaggio sulle zebrette ad una partita dal termine della regular season.

SOLOFRA-SORRENTO 1-1

Reti: 7′ pt Rapolo  (SOL), 15′ st Vitale  (SOR)

SOLOFRA (4-4-2) Giliberti; Bruno, Troisi, Arzeo, Izzo; Polichetti, Liguori, Avallone (18′ st Di Zenzo), Rapolo; Solazzo (18′ st Cuomo), Shvets (28′ st Del Grande).

A disp: Gallone, Tornatore, Sgaglione, Spina.

All: Messina

SORRENTO  (4-3-3) Pezzella; Paradisone, Arpino (34′ st Cioffi), Terracciano, Bolzan; Fontanarosa, Vitiello, Esposito Lauri; Favetta (13′ st Marcucci), Vitale, Minicone (1′ st Scarpa).

A disp: Santaniello, Raimondi, Gargiulo, Serrapica.

All: Coppola

Arbitro: Giuseppe Maria Manzo di Torre Annunziata  (Marchese/Conte)

Note: Ammoniti: Minicone  (SOR), Arzeo  (SOL). Corner: 5-2. Recupero: 2′ pt, 5′ st.