di Isabella Lamberti

Contro il Francavilla, quarantacinque minuti per il neo-acquisto Salvatore Sandomenico che non è riuscito a bagnare l’esordio in maglia rossonera con un bel successo. L’imprecisione e la sfortuna invece hanno fissato il risultato sul pari. “C’è tanto rammarico, perché nell’arco dei 90 minuti se c’era una squadra che ha creato più occasioni quella era il Sorrento. È mancano l’ultimo guizzo, – il commento dell’esterno offensivo napoletano – anche da parte mia nel secondo tempo, se la palla non avesse preso uno strano rimbalzo l’avrei chiusa. Poi qualche svista arbitrale ci ha penalizzato in modo determinante”. Nel dettaglio, il fallo sul portiere nell’azione che ha generato il rigore decisivo per il Francavilla ed un gol annullato per fuorigioco inesistente. Si allunga così la lista, quest’anno, delle gare dei rossoneri condizionate negativamente da arbitri esordienti o superficiali.

Nonostante il pari, che va molto stretto al Sorrento, la prova dell’ex attaccante della Nocerina è senza dubbio convincente, lasciando ben sperare per le prossime uscite. “Sono contentissimo per l’esordio. Speravo in una vittoria e con un mio gol. Purtroppo non è arrivato, ma sono sicuro che da qui alla fine arriveremo al nostro obiettivo. Voglio dar del mio meglio in una piazza prestigiosa come Sorrento, per ripagare la fiducia della società, del direttore sportivo e del mister”. E sul gruppo: “La squadra mi ha accolto subito alla grande, facile capire che è un bellissimo gruppo. Non vedo l’ora di dare il mio contributo per gioire insieme”. 

Lunedì di lavoro per la squadra di mister La Scala, impegnata già mercoledì in quel di Bitonto, contro una delle squadre più in forma del momento: “Sappiamo bene che a Bitonto sarà una gara molto dura. – la vigilia vista da Sandomenico – Affronteremo una grande del girone ma dobbiamo pensare a noi e provare a strappare un risultato positivo. Colgo l’occasione per esprimere le più sentite condoglianze alla società neroverde e alla famiglia di Ciccio Marrone, una tragedia che ci lascia attoniti”.